Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: preliminary

Come ogni anno anche per questo 2019 sono iniziati i preparativi per l’organizzazione della consueta giornata europea dei genitori e della scuola. Sotto il titolo Genitori e Scuola 4.0, dopo l’alimentazione e i bisogni educativi speciali delle scorse edizioni, quest’anno verrà trattata “L’ iperdotazione intellettiva: studenti troppo intelligenti per essere felici?”.

L’incontro è previsto per Sabato 06 aprile 2019 dalle ore 8,30 alle 12,30 presso l’Aula Magna, Scuola Maria Ausiliatrice,  Piazza Libertà 9 – Varese.

Link per le iscrizioni

GIORNATA EUROPEA DEI GENITORI E DELLA SCUOLA 2018: le conclusioni

Si è svolta lo scorso 17 marzo l’annuale convegno celebrativo della  Giornata Europea dei Genitori e della Scuola di Varese. Tema di quest’anno è stata l’educazione condivisa ai tempi degli schermi digitali con successivi approfondimenti e confronti fra i numerosi presenti.

Dopo i saluti delle autorità , il primo relatore, Prof. Rivoltella ha introdotto un ampio spaccato sull’argomento in discussione al termine del quale non sono mancate numerose domande e considerazioni specifiche su quanto trattato  (link all’articolo sul blog di TGASVA).

Conclusione del seguitissimo dibattito è che siamo passati da una società d’informazione ad una società informazionale, cioè una società nella quale le informazioni sono talmente integrate nel sistema sociale da non essere più distinguibili con facilità dalla realtà;  nella nostra vita quotidiana i media d’informazione sono praticamente sempre ON-LIFE  divenendo parte di noi e modificando il nostro stile di vita basato sullo scambio di comunicazione. L’uomo a quanto pare  non può fare a meno di comunicare e da qui scaturiscono tutta una serie di difficoltà che richiedono gestioni differenti rispetto al passato.

Una gestione diversa è richiesta soprattutto nella scuola, rimasta ancorata ad un sistema organizzativo ormai superato.

Alcune scuole cercano in qualche modo di porvi rimedio reintroducendo attività che si facevano nel passato riviste e adattate ad un contesto moderno. Questo è stato l’esempio presentato dalla Dirigente Scolastica Rita Contarino dell’IC di Cassano Magnago che, nel rispetto delle recenti normative introdotte in ambito scolastico, ha realizzato la Carta per l’uso consapevole delle tecnologie (PUA – Politica d’Uso Accettabile e sicura della Rete) affiancandola a progetti specifici e dedicati alla comunicazione mediatica di ogni genere, sia attiva con l’uso dei social, che passiva con la visione dei programmi in televisione.

Una gestione diversa è anche quanto emerso nell’intervento finale degli studenti che dopo aver presentato e analizzato i dati percentuali raccolti con un questionario somministrato ai loro compagni hanno raccontato esempi di situazioni realmente accadute e concluso  che poiché più del 70% degli studenti trascorre moltissimo tempo sui social, gli studenti si aspettano dai genitori e dalla scuola:

  • regole chiare che offrano sia possibilità d’uso e non solo  limiti sebbene questi ultimi servano per evitare l’abuso
  • adulti capaci di guidarli nell’uso consapevole
  • adulti  di cui fidarsi e a cui affidarsi in caso di difficoltà o problemi.

Le conclusioni che ne sono scaturite a questo punto sembrano essere:

  • Genitori e Scuola che condividono le difficoltà nell’uso e che senza pregiudizi sappiano aiutarli
  • Poter contare su degli adulti che non abbiano paura di strumenti che figli e studenti useranno o anzi, usano già.

Una giornata intesa e ricca di spunti che ha confermato ciò che come Forum sosteniamo da tempo: I genitori sono una risorsa per la scuola proprio per quel patto di corresponsabilità che consente di dividersi il “peso” della responsabilità educativa. Una responsabilità che la scuola deve riscoprire e che i genitori devono saper ricavare all’interno delle loro fitte agende quotidiane.

Giornata Europea dei Genitori e della Scuola 2018: i relatori

Sabato 17 marzo  Ore 8,30 – 12,45  presso Aula Magna, Università dell’Insubria – via Ravasi (Varese)


La tecnologia ha portato nella nostra vita notevoli cambiamenti e lo ha fatto molto rapidamente soprattutto da quando ci sono  computer, cellulari, tablet. Strumenti che sono entrati nella nostra vita quotidiana modificandone gli stili di vita. In meglio o in peggio? Probabilmente dipende dall’uso che ne facciamo però forse c’è anche dell’altro che non conosciamo. Il digitale ci porta ad affrontare sempre nuove sfide anche in ambito educativo con i nostri figli e allievi così che l’educazione non è sempre un progetto definito e condiviso. Conoscere per capire e condividere sono  le azioni che andremo a compiere insieme durante questo evento e lo faremo con l’aiuto di questi esperti:

  • Prof.  Pier Cesare Rivoltella, professore ordinario nel settore scientifico-disciplinare M-PED 03, Didattica e Pedagogia Speciale.  Insegna Didattica generale e Tecnologie dell’istruzione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Milano dove dirige anche il Corso di Perfezionamento in Media Education e il Master internazionale di primo livello in Comunicazione e formazione. Presidente nazionale della SIREM (Società Italiana di Ricerca sull’Educazione Mediale) è membro del board di numerose riviste specializzate, in Italia e all’estero, ed ha curato diverse pubblicazioni sul tema dell’educazione dei ragazzi ai media. E’ coordinatore del CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media all’Informazione e alla Tecnologia) costituitosi nel novembre 2006 come risultato della crescita progressiva di un gruppo di lavoro e di un programma di ricerca che è andato consolidandosi nel tempo a partire dal 1998 (anno della prima edizione del Corso di Perfezionamento in Media Education).
  • Dott. Giorgio Rossi, Dirigente dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, A.O.U. Ospedale di  Circolo Fondazione Macchi – Ospedale Filippo del Ponte. L’Ospedale, a direzione universitaria,  si configura come una Unità Operativa, di alta specialità in grado di curare pazienti con patologie neurologiche e psichiatriche, attraverso indagini diagnostiche e terapie per casi complessi e si pone come obiettivi generali la prevenzione precoce, la diagnosi, la cura e la riabilitazione dei disturbi neurologici, psichiatrici e neuropsicologici dell’età evolutiva (0-18 anni). Prima di assumere la dirigenza della struttura di Neuropsichiatria Varesina, il Dott. Rossi è stato dal giugno 1989 al febbraio 2013 Dirigente Medico I° Livello presso la Fondazione C Mondino a Pavia (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico). Ha partecipato a diversi convegni e pubblicato numerosi articoli sulle criticità e difficoltà in ambito psichiatrico degli adolescenti.
  • Dott.ssa Rita Contarino, attualmente dirigente scolastico presso l’IC  di Cassano Magnago II è stata per diversi anni dirigente del CTS (Comitato Tecnico Scientifico) provinciale  e responsabile dell’ufficio Inclusione– Integrazione dell’Ufficio Scolastico di Varese. Laureata in Psicologia ha partecipato a diversi eventi formativi e collaborato alla pubblicazione di testi sulle fragilità e criticità dei ragazzi nel percorso scolastico.

Per partecipare al convegno gratuito e con grediti formativi iscriversi qui: COLLEGAMENTO

GIORNATA EUROPEA DEI GENITORI E DELLA SCUOLA 17 MARZO 2018

In continuità con la Giornata dello scorso anno, il Forum Provinciale di Varese ha inteso dedicare la tradizionale giornata europea dei genitori e della scuola alle tematiche inclusive per una maggiore collaborazione tra scuola e famiglie nell’ottica del miglior benessere psicofisico dei nostri figli e quindi anche nostro. Dopo aver affrontato tematiche riguardanti l’alimentazione e i corretti stili di vita, esserci addentrati nel complesso tema delle emozioni e delle relazioni, con la revisione 3.0 stiamo approfondendo la conoscenza delle neuroscienze ed i meccanismi che facilitano l’apprendimento e l’educazione.

La Giornata Europea dei Genitori e della Scuola è un’iniziativa promossa dall’Associazione Europea dei Genitori (EPA), e per questo, sostenuta dal Forum Nazionale delle Associazioni dei Genitori nella Scuola (FONAGS), dal MIUR e dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

La Giornata, si è svolta inizialmente a Roma ogni anno, a partire dal 2002 presso il MIUR ed ha avuto come finalità quella di valorizzare la corresponsabilità educativa dei genitori attraverso la pubblicizzazione delle “migliori pratiche” realizzate nelle diverse scuole italiane.

Gli attuali Forum dei genitori costituiscono l’organismo al di fuori del singolo istituto scolastico, dove può esprimersi la rappresentanza dei genitori che attraverso la partecipazione attiva nei comitati e nelle associazioni del territorio  intendono instaurare un rapporto costante e non burocratizzato con le famiglie, riconoscendo i genitori degli alunni una risorsa per la comunità scolastica senza alcuna confusione di ruolo, attribuendo loro l’importante funzione di partner nell’educazione.

La scuola è il segmento sensibile del tessuto sociale e rappresenta il punto di sintesi delle relazioni tra conoscenza, sapere, cittadinanza e coscienza civile. Per questi motivi, l’impegno costante della comunità che forma, istruisce e educa richiede di essere conosciuta, valorizzata e rappresentata.

La giornata che si svolgerà sabato 17 marzo 2018 presso l’Aula Magna dell’Università dell’Insubria di Varese sarà un Convegno Formativo intenso durante il quale il Prof. Giorgio Rossi – primario di Neuropsichiatria presso l’Ospedale Del Ponte e il prof. Pier Cesare Rivoltella – Primario di tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento presso l’Università Cattolica di Milano ci guideranno approfondendo argomenti di neurosviluppo, mondo digitale ed educazione.

Mentre, con la Dirigente Scolastica dott.ssa Rita Contarino dell’IC di Cassano Magnago e gli studenti della Consulta vedremo nella pratica scolastica e nel confronto studentesco come in realtà si sviluppano le teorie.

Trattandosi di un Convegno Formativo, ai docenti partecipanti, agli studenti delle Università e ai professionisti che ne faranno richiesta, al termine della giornata verrà rilasciato l’attestato di partecipazione valido per il riconoscimento dei crediti formativi.

A breve verrà pubblicato il volantino con il programma

Sabato 17 marzo 2018

Ore 8,30-12.45

Aula magna, Università dell’Insubria

Via Ravasi Varese

Per motivi di capienza massima dell’aula è necessaria l’iscrizione al seguente LINK