La sfida del nuovo inizio

Eccoci qui ancora con un nuovo anno scolastico che riparte ma QUESTA VOLTA RICOMINCIARE SARÀ UNA SFIDA.
Lo scorso anno scolastico 2019/2020 si è concluso in un modo inaspettato. Questo inizio 2020/2021 ci vede tutti impegnati nell’affrontare queste nuove difficoltà e a modificare i nostri comportamenti.
Eccoci di nuovo, a ricordare QUAL’È l’argomento principale che coinvolge tutta la comunità, (nessuno escluso) Il medesimo del passato, che oggi ancora una volta, ribadiamo essere il più importante.
L’educazione dei nostri figli, ovvero la capacità, di ogni adulto, nel trasmettere quelle poche regole basilari necessarie per vivere in comunità. Sia che si tratti della propria famiglia o delle altre piccole e grandi comunità con le quali ognuno di noi si relaziona per lavoro, per volontariato oppure per soddisfare le proprie necessità.
I figli non sono nostri e subiscono le influenze di un mondo che noi non conosciamo, contrastare ciò che non si conosce è impossibile.
Ciò che possiamo fare è accettare i cambiamenti del mondo e provare continuamente a trasmettere, ai nostri ragazzi, l’importanza di quei comportamenti che sono le fondamenta della nostra cultura e delle nostre comunità.
Vivere in una comunità è difficile, e spesso comporta delle rinunce o degli adattamenti che a volte non ci piacciono.
Comportamenti che se mantenuti rispettosi verso se stessi e verso gli altri sono manifesto di quella capacità chiamata: responsabilità.
Cerchiamo di pensare che così come esistiamo noi, esistono anche altri, PREOCCUPIAMOCENE, adottando quelle precauzioni capaci di tutelare tutti.
Perdersi oggi in DISCORSI lunghi e polemici è improduttivo oltre che inutile.
Invece, è importante fermarsi un momento e riflettere prima di agire in modo sconsiderato e mettere a rischio l’incolumità di tutti.
I comportamenti responsabili in questo momento sono quelli che sappiamo essere capaci di contrastare gli effetti di ciò che più ci fa paura.
Non possiamo pensare che le responsabilità siano sempre degli altri, prendiamoci carico delle nostre con spirito di adattamento, per iniziare questo nuovo anno scolastico in tranquillità.
Non sappiamo se andrà tutto bene, tuttavia se ciascuno cercherà di fare del suo meglio il risultato complessivo finale potrebbe essere migliore del previsto.
Buon anno agli alunni, agli insegnanti, al personale scolastico e alle famiglie

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

Raccontaci di te

FOPAGS invita gli alunni delle scuole della Provincia di Varese a partecipare al progetto “RACCONTACI DI TE” promosso da SOS Valceresio.

Rivolto a tutti, sia bimbi che adolescenti, lo scopo è quello di raccontare, tramite disegni, scritti brevi, filastrocche, fotografie, il proprio vissuto attuale.

Queste preziose testimonianze saranno raccolte in un libro che, a fine emergenza, SOS destinerà a scuole e biblioteche.
Si pensa che questo possa essere un valido supporto per affrontare una sfida futura (che in realtà riguarda ciascuno di noi), ovvero quella di RI-EDUCARSI “al Bello” e per SOS è, un modo di sostenersi vicendevolmente.

I materiali dovranno essere inviati a  Progetto Raccontaci di Te SOS

BULLOUT: prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo

BULLOUT è un progetto a cui il FOPAGS ha aderito il 7 novembre 2018 in patrocinio avendo rilevato la necessità di sensibilizzare, informare e formare le famiglie circa il riconoscimento delle cause e delle responsabilità dei fenomeni violenti e riscontrato un crescente bisogno di comprensione del preoccupante fenomeno del cyberbullismo tra i ragazzi anche giovani.
BULLOUT propone azioni efficaci di prevenzione, supporto, sostegno e contrasto.
Importante è investire idee ed energie di adulti interessati alla crescita armonica degli studenti e offrire supporto alle famiglie anche da parte di associazioni e organizzazioni esterne affinché si possa rappresentare un’efficace azione di accompagnamento e stimolo allo studio dei fenomeni disturbanti come è il BULLISMO.

Per informazioni inerenti il prossimo convegno ed iscrizioni, visita il seguente collegamento.

Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: i relatori

Ospitato nell’Aula Magna della scuola Maria Ausiliatrice di Varese, si è tenuta nella mattinata di sabato 6 aprile un incontro intitolato “Genitori e scuola 4.0” a celebrazione della Giornata europea dei genitori e della scuola. Nonostante il tema dell’incontro fosse estremamente nuovo e specifico (“Iperdotazione intellettiva: studenti troppo intelligenti per essere felici?”) la partecipazione è stata numerosa e qualificata,  equamente divisa tra genitori (38%), Docenti (37%), Dirigenti Scolastici ed Associazioni del territorio (25%).

Dopo i saluti delle autorità nella persona di Rossella Di Maggio, insegnante di scuola primaria che da sempre lavora nell’ambito educativo e che ricopre l’incarico di Assessore ai servizi per il diritto allo studio, alle pari opportunità ed ai servizi per l’infanzia del comune di Varese, i lavori sono stati aperti dalla Prof.ssa Angela Lischetti, referente dell’Ufficio Scolastico Provinciale (USR – AT Varese). Nella sua relazione sono state identificate le caratteristiche principali dei ragazzi Gifted, ovvero alunni con potenzialità intellettive alte e presentate due possibili strade da percorrere per il futuro: formazione sulla giftedness e creazione di un osservatorio in rete tra scuole e fra scuole e territorio.

A seguire l’intervento del Prof. Mario Manduzio, docente MIUR e co fondatore di Feed Their Minds, startup innovativa a vocazione sociale, incubata presso Speed Mi Up della Bocconi.  CHI E QUANTI SONO I BAMBINI PLUSDOTATI il primo tema trattato. Si è partiti da quali caratteristiche hanno i bambini gifted, alle 6 differenti tipologie che li identificano, ai loro possibili comportamenti a scuola, alle reazioni degli insegnanti e dei genitori per arrivare al dato (fonte O.M.S.) della loro numerosità: gli ALUNNI AD ALTO POTENZIALE COGNITIVO, sono tra il 5 e 8% della popolazione scolastica in TOTALE 390.000 STUDENTI IN ITALIA, ovvero da 1 a 2 per ogni classe. Dati sorprendenti! Sono poi seguite indicazioni su come valorizzarli per non disperdere il loro talento ed alcune proposte didattiche.

La Dott.ssa Cazzaro Leonia Paola, Psicoterapeuta, specializzata in psicologia giuridica e psicodiagnostica, ha invece centrato il suo intervento portando esempi riferiti a bambini ed adolescenti gidted incontrati durante la sua attività e delle numerose problematiche che questi incontrano nella vita di tutti i giorni, dalla scuola al rapporto con il mondo che li circonda, alle scelte sbagliate spesso loro imposte che inducono poi a scambiarli come ragazzi dal potenziale basso, o iperattivi, o svogliati, al punto da abbandonare la scuola.