Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: i relatori

Ospitato nell’Aula Magna della scuola Maria Ausiliatrice di Varese, si è tenuta nella mattinata di sabato 6 aprile un incontro intitolato “Genitori e scuola 4.0” a celebrazione della Giornata europea dei genitori e della scuola. Nonostante il tema dell’incontro fosse estremamente nuovo e specifico (“Iperdotazione intellettiva: studenti troppo intelligenti per essere felici?”) la partecipazione è stata numerosa e qualificata,  equamente divisa tra genitori (38%), Docenti (37%), Dirigenti Scolastici ed Associazioni del territorio (25%).

Dopo i saluti delle autorità nella persona di Rossella Di Maggio, insegnante di scuola primaria che da sempre lavora nell’ambito educativo e che ricopre l’incarico di Assessore ai servizi per il diritto allo studio, alle pari opportunità ed ai servizi per l’infanzia del comune di Varese, i lavori sono stati aperti dalla Prof.ssa Angela Lischetti, referente dell’Ufficio Scolastico Provinciale (USR – AT Varese). Nella sua relazione sono state identificate le caratteristiche principali dei ragazzi Gifted, ovvero alunni con potenzialità intellettive alte e presentate due possibili strade da percorrere per il futuro: formazione sulla giftedness e creazione di un osservatorio in rete tra scuole e fra scuole e territorio.

A seguire l’intervento del Prof. Mario Manduzio, docente MIUR e co fondatore di Feed Their Minds, startup innovativa a vocazione sociale, incubata presso Speed Mi Up della Bocconi.  CHI E QUANTI SONO I BAMBINI PLUSDOTATI il primo tema trattato. Si è partiti da quali caratteristiche hanno i bambini gifted, alle 6 differenti tipologie che li identificano, ai loro possibili comportamenti a scuola, alle reazioni degli insegnanti e dei genitori per arrivare al dato (fonte O.M.S.) della loro numerosità: gli ALUNNI AD ALTO POTENZIALE COGNITIVO, sono tra il 5 e 8% della popolazione scolastica in TOTALE 390.000 STUDENTI IN ITALIA, ovvero da 1 a 2 per ogni classe. Dati sorprendenti! Sono poi seguite indicazioni su come valorizzarli per non disperdere il loro talento ed alcune proposte didattiche.

La Dott.ssa Cazzaro Leonia Paola, Psicoterapeuta, specializzata in psicologia giuridica e psicodiagnostica, ha invece centrato il suo intervento portando esempi riferiti a bambini ed adolescenti gidted incontrati durante la sua attività e delle numerose problematiche che questi incontrano nella vita di tutti i giorni, dalla scuola al rapporto con il mondo che li circonda, alle scelte sbagliate spesso loro imposte che inducono poi a scambiarli come ragazzi dal potenziale basso, o iperattivi, o svogliati, al punto da abbandonare la scuola.

Annunci

Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: Conclusioni

E’ stata una bella,  buona ed intensa critica al presente dell’istituzione scolastica.

La scuola così com’è oggi sta stretta a tutti (dirigenti, docenti genitori e studenti).

Non è distopica ma retrotopica cioè rivolta al passato e propone di fare quello che ha sempre fatto perché se andava bene prima  deve andare bene anche per il futuro.

L’altro grande difetto della scuola è quello che punta solo alla livellazione, alla media e non a far crescere verso traguardi più alti..

La critica ed il desiderio che si sono  palesati nei vari interventi portano inevitabilmente a chiedere che questa scuola venga riformata, puntando ad un progetto sociale (uguaglianza dei diversi), riflettendo su quale mondo viene avanti, quale è il migliore,  quello che ci piace, al campo dell’intelligenza emotiva (ora quasi del tutto trascurato) ecc.

Nel contempo dagli interventi si è anche visto che come diceva Seneca, la fortuna non esiste, esiste il momento in cui il talento incontra l’opportunità. Questo è l’auspicio di cosa possa fare la scuola nel prossimo futuro. Si sono tracciati dei sentieri e cominciato a spargere i primi semi: il must è che ognuno faccia quello che può…. con passione, passione, passione!

Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: Articolo da Varese News

Studenti troppo intelligenti per essere felici?

Sabato 6 aprile dalle ore 8.30 l’aula magna dell’Istituto Maria Ausiliatrice ospita il dibattito promosso da Fopags Varese per la Giornata europea dei genitori e della scuola

Generico 2018

Una mattinata di dibattito per celebrare anche a Varese la Giornata europea dei genitori e della scuola con un incontro intitolato “Genitori e scuola 4.0” ospitato nell’Aula Magna della scuola Maria Ausiliatrice sabato 6 aprile dalle ore 8.30 alle 12.30.

“Iperdotazione intellettiva: studenti troppo intelligenti per essere felici?” è l’argomento scelto per l’iniziativa che intende affrontare la questione dei bambini iperdotati, i cosiddetti bambini prodigio o ad alto potenziale cognitivo, che se non riconosciuti, hanno alte probabilità di sviluppare impotenza appresa, frustrazione, scarsa motivazione, bassa autostima, problemi emotivi, sociali e comportamentali.
I bambini plus dotati necessitano di una rete sociale di sostegno formata da scuola, famiglia, amici, personale specializzato che li aiuti a superare eventuali disturbi dello sviluppo e dell’apprendimento e a scongiurare comportamenti anomali futuri.

La Giornata Europea dei Genitori e della Scuola è un’iniziativa promossa da EPA (Associazione Europea dei Genitori) dal 2002  è sostenuta dal Forum Nazionale (Fonags) e promossa dai Forum Provinciali dei genitori (Fopags), con la finalità di valorizzare la corresponsabilità educativa dei genitori attraverso la pubblicizzazione delle “migliori pratiche” realizzate nelle diverse scuole italiane.
In particolare ai progetti delle scuole di Varese e provincia (presenti IC Iqbal, Liceo Ferraris, Makula e Maria Ausiliatrice) sarà dedicata la seconda parte della mattinata aperta non solo ai genitori, ma anche a studenti, docenti e professionisti della formazione, cui sarà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Ad aprire i lavori saranno i saluti dell’autorità con il dirigente dell’ufficio scolastico Territoriale Claudio Merletti, Davide Galimberti e Rossella Di Maggio – rispettivamente sindaco e assessore di Varese – e il presidente della provincia Emanuele Antonelli. A seguire gli interventi tecnici sulla plus dotazione tra problema e risorsa (Angela Lischetti di AT Varese) e buone pratiche di valorizzazione affidate a Marco Manduzio di Feed their Minds e Leonia Paola Cazzaro, psicologa di Fare Centro.

L’aula magna della scuola Maria Ausiliatrice è in piazza della Libertà 9, a Varese.

Il Convegno è un’occasione formativa unica, ad ingresso libero, aperta anche a docenti, studenti e professionisti della formazione.

Link per le iscrizioni

Link all’articolo

Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: Invito ed Accoglienza

Il convegno Formativo del 6 aprile 2019, organizzato dal Forum provinciale di Varese per celebrare la Giornata Europea dei Genitori e della Scuola è un’iniziativa promossa da EPA (Associazione Europea dei Genitori) e si è svolta ogni anno a partire dal 2002  presso il Miur a Roma.
L’iniziativa, sostenuta dal forum Nazionale (FONAGS) e promossa dai Forum Provinciale (FOPAGS) ha come finalità quella di valorizzare la corresponsabilità educativa dei genitori attraverso la pubblicizzazione delle “migliori pratiche” realizzate nelle diverse scuole italiane o del territorio di competenza.
In questa occasione, ad ospitare l’evento di Varese è la Scuola Maria Ausiliatrice i cui alunni delle classi 1SR e 1B attendono dalle ore 8,30 per assistere i partecipanti durante tutto il convegno (1SR – operatore ai servizi di promozione e accoglienza strutture ricettive) e per rifocillare gli iscritti con la colazione iniziale e il bufet finale (1B – operatore della ristorazione servizi di Sala e Bar).
Non mancate! È un’occasione formativa unica ed irripetibile oltre ad un’opportunità per gli alunni di queste classi di fare esperienza pratica e prepararsi per quello che sarà domani la loro professione.

Il Convegno è un’occasione formativa unica, ad ingresso libero, aperta anche a docenti, studenti e professionisti della formazione.

Link per le iscrizioni

Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: Giovani di valore

Giovani di Valore è un progetto pensato per far crescere in maniera sensibile l’occupabilità (possibilità di essere assunti) dei ragazzi del territorio dai 17 ai 29 anni.
Il progetto si sviluppa in una rete di 17 partner e 5 nodi che opera sul territorio provinciale comprendente gli ambiti distrettuali di Sesto Calende (13 Comuni), Azzate (13 Comuni), Tradate (8 Comuni), Arcisate (11 Comuni) cui si aggiunge il Comune di Malnate.

Nel progetto sono parte attiva Gli Uffici distrettuali ed il Comune di Malnate, le Associazioni Giovanili, le imprese di cooperazione sociale, il mondo del volontariato con le sue associazioni, le Associazioni di Categoria e le imprese.
Realtà attive sul territorio che apportano alla rete competenze diverse e specifiche del singolo settore e utili per il collocamento dei giovani di Valore.

Il Convegno è un’occasione formativa unica, ad ingresso libero, aperta anche a docenti, studenti e professionisti della formazione.

Link per le iscrizioni

Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: Scuola Parentale Makula

La scuola parentale o homeschooling o “istituzione parentale” è conseguenza della scelta di una famiglia o più famiglie, di provvedere autonomamente all’istruzione dei propri figli nel rispetto di quanto sancito dall’articolo 33 della nostra Costituzione.
L’insegnamento può essere impartito dai genitori, oppure da educatori e docenti privati.
Makula a Varese nasce dall’idea di un gruppo di genitori che ha vissuto nella scuola primaria il metodo Montessori e che ha desiderato una scuola secondaria di primo grado ispirata ai principi della pedagogia libertaria e democratica.
Una scelta diversa dalla scuola tradizionale considerata troppo impersonale, competitiva e valutativa per dei ragazzi che si confrontano con la fragilità dei cambiamenti nell’età della pre-adolescenza e che in questo tipo di scuola possono sentirsi veri protagonisti.
La scuola si propone principalmente come ambiente relazionale favorevole all’apprendimento in un clima di allegria e serenità.

Il Convegno è un’occasione formativa unica, ad ingresso libero, aperta anche a docenti, studenti e professionisti della formazione.

Link per le iscrizioni

Giornata Europea dei genitori e della scuola 2019: Scuola Maria Ausiliatrice

La Scuola Maria Ausiliatrice di Varese è un convitto privato parificato nella quale si ritrovano tutti gli ordini e gradi di scuole.
Riconosciuta parificata secondo le disposizioni della legge 10 marzo 2000 nr. 62, la Scuola Maria Ausiliatrice, nella libertà che le è riconosciuta, propone un percorso formativo che cerca di adattarsi il più possibile alle caratteristiche del singolo allievo e per questo, gli insegnanti, ad ogni nuovo anno scolastico elaborano un progetto educativo didattico che mette al centro i bisogni dello studente tenuto conto delle competenze che deve raggiungere durante il suo percorso di crescita.
L’accoglienza nel primo periodo è considerata parte integrante del progetto educativo scandito da Unità di Apprendimento che si articolano durante l’intero anno scolastico al quale si affianca l’educazione religiosa, momenti di festa e uscite didattiche sul territorio.
Una scuola le cui attività didattiche possono essere di sezione (allievi di età eterogenea), di intersezione e di laboratorio svolte da insegnanti o da esperti appositamente incaricati coordinati tra loro in un progetto didattico che segue un preciso filo conduttore improntato sulla stimolazione dell’allievo e orientata verso la scoperta di ogni singola dote.

Il Convegno è un’occasione formativa unica, ad ingresso libero, aperta anche a docenti, studenti e professionisti della formazione.

Link per le iscrizioni